Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A caccia di extra rendimenti

“Dopo le mosse della Bce che ha varato il Quantitative easing –  spiega la redazione di Plus24 anticipando, come ogni settimana, i contenuti del numero in edicola domani con il Sole 24 Ore – i tassi e i rendimenti di molti strumenti finanziari sono stati ulteriormente compressi, segnando spesso i minimi storici. Le Borse mondiali però, dopo la lunga corsa – che nel caso di Wall Street dura da sei anni senza quasi interruzioni – sono entrate in una fase di incertezza alimentata da fattori macroeconomici, tensioni geopolitiche e rischi sul futuro dell’eurozona. Eppure, per ottenere qualche extra rendimento, i risparmiatori tornano a essere indirizzati verso i listini. Come muoversi? Come gestire i rischi e la volatilità? “Azioni forzate” è il titolo della nostra inchiesta di copertina che analizza in profondità la situazione dei listini, da quello di New York alle Borse di Milano, Parigi, Londra e Francoforte senza scordare quelle emergenti, elenca i principali interrogativi sulle loro tendenze nel breve periodo, fa il punto sugli strumenti migliori per entrarvi diversificando, elenca con quattro profili di investitore-tipo le scelte ottimali di portafoglio, spiega il ruolo positivo nella gestione della volatilità svolto dalla finanza etica e presenta una sezione di educazione finanziaria sul tema. Nella sezione Risparmio e Investimenti, il settimanale di finanza e risparmio del Sole 24 Ore analizza gli effetti della contrazione dell’Euribor sui titoli indicizzati e sui mutui dopo il Quantitative easing da parte della Banca centrale europea, affronta i contraccolpi sul mercato del trading online della decisione della Banca nazionale svizzera di svincolare il franco dall’euro, fa il punto sui conflitti di interesse dei gestori e sulle dinamiche dei minibond. La rubrica “La posta del risparmiatore” tratta e risolve il caso della chiusura di un conto corrente per il quale dopo 18 mesi di attesa Banca popolare di Vicenza è intervenuta risarcendo il cliente ed esamina le scelte di investimento di una single 35enne alle prese con la decisione di comprare casa a Milano. La sezione Professionisti del Risparmio analizza le decisioni di investimento delle Casse di previdenza dopo l’aumento della tassazione al 26%, fa il punto sulle ultime sentenze in materia di mutui e tassi usurari e delinea gli impatti del decreto “investment compact” sulle 10 maggiori banche popolari con l’eliminazione del voto capitario. La pagina di ArtEconomy24 esamina il ruolo crescente dei collezionisti sul mercato e sulle scelte dei musei e delinea il peso dell’Italia sul database ArtNet. Nella sezione Strumenti per investire Nicola Trivelli di Sella Gestioni spiega perché tra le azioni italiane gli interessa Cucinelli, si analizzano le prospettive delle azioni Bowleven e Sound Oil e si quantifica a 24 miliardi la raccolta delle reti di promotori nel 2014. Infine la sezione Indici e Numeri affronta il rapporto tra giovani e fondi di investimento comuni dopo la quotazione e presenta i rendimenti dei fondi pensione negoziali e degli Etf.”